PKUinfo non dà consigli medici o dietistici: le informazioni contenute in queste pagine hanno solo uno scopo divulgativo. Per questo motivo, pur essendo state ricavate da fonti autorevoli e/o attendibili, non possono sostituire il parere del medico curante nelle decisioni e nelle scelte dei pazienti circa la propria salute. (leggi il testo completo dell'avviso)

  • Versione stampabile
  • Esporta in OpenOffice
  • Esporta in PDF
  • Aggiungi pagina al libro
  • Strumenti:

Mappa delle mutazioni del gene PAH

Mappa delle mutazioni del gene PAH

Da quando fu scoperta la prima mutazione a carico del gene PAH, circa 500 nuove mutazioni sono state identificate e raccolte in un database internazionale (http://www.mcgill.ca/pahdb) associate a differenti conseguenze a livello fenotipico. Diversi studi sono stati condotti in merito le possibili correlazioni tra genotipo e fenotipo. In particolare dopo le recenti acquisizioni sulla responsività, in termini di riduzione dei livelli sierici di Phe, di pazienti affetti da HPA al carico orale con tetraidrobiopterina (BH4), cofattore dell’enzima PAH. Già numerose ipotesi sono state formulate per spiegare tale fenomeno, nonché creato un database internazionale sulle mutazioni identificate come responsive al trattamento con tetraidrobiopterina (http://www.bh4.org/BH4DatabaseBiopku.asp)