Giornata Europea delle Malattie Rare

  • Versione stampabile
  • Esporta in OpenOffice
  • Esporta in PDF
  • Aggiungi pagina al libro
  • Strumenti:

Uno studio sul costo medio annuale per paziente dei farmaci orfani in europa

Uno studio pubblicato recentemente sulla rivista Applied Health Economics & Health Policy (Economia applicata della salute e politica della salute) ha cercato di stimare il costo medio annuo per paziente dei farmaci “orfani” usati per curare le malattie rare in cinque paesi europei: Francia, Germania, Regno Unito, Italia e Spagna (si stima che in Europa circa 36 milioni di persone sono affette da una malattia rara).

Le malattie rare sono legate al problema dei farmaci orfani, ossia molecole che sono potenzialmente utili nel trattamento delle malattie rare, ma per le quali i costi di sviluppo sono talmente più elevati del ritorno che se ne può ricavare, da scoraggiarne lo sviluppo stesso. Attualmente sono 44 i farmaci orfani autorizzati dalla European Medicines Agency, l'Agenzia europea per i medicinali

Gli autori hanno analizzato i dati di vendita dei farmaci orfani di Italia, Francia, Spagna, Germania e Regno Unito relativi al 2007. I dati di vendita erano disponibili, per almeno uno dei cinque paesi considerati, per 38 farmaci orfani su 44. Solo per 21 farmaci erano disponibili dati di vendita per tutti i cinque paesi studiati.

Dai risultati è emerso che la Germania è stata la nazione che ha garantito l'accesso alla maggiore varietà di farmaci orfani (36), seguita dal Regno Unito (34), dalla Spagna (28), dalla Francia (27) e dall'Italia (25). Il costo medio annuo per paziente dei 38 farmaci orfani sul mercato variava notevolmente: da € 331 a € 337. 501. Gli autori hanno notato che i farmaci orfani indicati per trattare malattie che riguardano meno di 2 persone per 10.000 abitanti avevano un costo medio annuale per paziente più alto di quello dei farmaci usati per trattare malattie più diffuse. Infine, è emerso che la Germania ha destinato il 2,1% della spesa farmaceutica ai farmaci orfani, la Spagna il 2%, la Francia l'1,7%, l'Italia l'1,5% e il Regno Unito l'1%, con una percentuale media dell'1,7% per tutte le cinque nazioni.

Gli studiosi hanno concluso che nel 2007 la spesa per i farmaci orfani in Italia, Francia, Spagna, Germania e Regno Unito è stata accettabile e modesta rispetto alla spesa farmaceutica totale e che il costo medio per paziente dei farmaci orfani è stato variabile, in relazione alla frequenza della malattia per la quale il prodotto è indicato.

Fonte: Applied Health Economics and Health Policy - Volume 8, Number 5, 1 September 2010 , pp. 301-315(15)